Stufato di cinghiale con polenta

image

Stufato di cinghiale con polentadi Louise Pénaud

Per 4 persone

– 800 g di polpa di cinghiale a pezzettoni
– 1/2 litro di vino rosso (buono)
– 1 cipolla grossa
– 2 carote
– 1 costa di sedano
– 2 spicchi di aglio
– 6/7 bacche di ginepro
– dado di brodo
– un cucchiaio di concentrato di pomodoro
– 2 foglie di alloro
– 1 stella di anice
– 500g di polenta (se ne avanza poi si fa fritta) e 2 litri di acqua
– sale e pepe

La sera prima mettere a marinare il cinghiale con il vino, il soffritto di verdure tagliate a cubetti e le bacche di ginepro. La marinatura deve durare da un minimo di 12h a un massimo di 48.
Il giorno della preparazione scolate cinghiale e soffritto (tenendo da parte il vino!), asciugate il cinghiale, infarinatelo e fatelo rosolare in una pentola con un fondo di olio di oliva. Quando è ben dorato toglietelo e asciugate un pochino la pentola dall’olio e dai residui di farina fritta.
Rimettete un fondo di olio e fate soffriggere le verdure finché non diventano morbide; aggiungete il cinghiale, il vino, un paio di bicchieri d’acqua,  il dado, l’alloro, l’anice stellato, il concentrato di pomodoro e un po’ di sale. Coprite e fate cuocere a fuoco basso per 3 ore circa, mescolando regolarmente. Se vedete che si asciuga troppo aggiungete acqua.
Fate cuocere la polenta (si, io uso quella istantanea, quindi la faccio cuocere cinque minuti prima di passare a tavola) e servite.

Annunci

3 pensieri su “Stufato di cinghiale con polenta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...